X-Vision Tour 2018 - Roma - Andrea Cimini

Che dire ragazzi: la tappa di Roma è stata veramente spaziale!!! Un salto di qualità imponente rispetto al passato. Non sembrava nemmeno di essere in Italia, ma in una di quelle convention americane o giapponesi che tanto invidiamo. Roba forte.


LOCATION: Ex Dogana. Praticamente tutto lo stabile!
Workshop, seminari e mostre da paura. Avessi avuto la giornata libera, la sera avrebbero dovuto cacciarmi con le bombe a mano! Invece la dura realtà quotidiana ci ricorda sempre che per mangiare bisogna lavorare. Ed io il 26 maggio 2018 lavoravo. Ma questo non mi ha impedito di partecipare al primo seminario della giornata: Giorgio Cravero - Beverage Still life (SitoWeb Giorgio Cravero). 
Ora: se seguite i miei canali, immagino che saprete che non è proprio il mio genere di fotografia preferito ma alla fine mi son detto "che diamine: impariamo qualcosa di nuovo!" 

E qualcosa ho imparato: voglio continuare a fotografare lo sport, gli animali e i paesaggi! AHAHAHAH :)

Seminario di Giorgio Cravero all'X-Vision Tour 2018 - Roma

Seminario di Giorgio Cravero all'X-Vision Tour 2018 - Roma

Scherzo: il seminario è stato bellissimo; Giorgio ha spiegato una ventina dei suoi scatti più riusciti, il suo processo creativo ed i rapporti con i clienti. Infine ha parlato della gestione dello studio, dell'attrezzatura e delle figure professionali di cui dovrebbe circondarsi ogni fotografo di editorial still life.

Le parole d'ordine?
pazienza, creatività, pazienza, pazienza e... ho già detto pazienza?

Per questo motivo, per quanto Giorgio trasudasse passione e mi abbia trasmesso curiosità per il suo lavoro, ho capito che lo still life per ora non è nelle mie corde. Sono comunque soddisfatto di aver partecipato al suo seminario perché è sempre un piacere assistere a qualcuno che parla delle sue passioni e perché, nonostante tutto, è stato di ispirazione. Grazie Giorgio!



Giorgio Cravero che spiega come una foto possa riuscire a pesare come il filmino di un battesimo girato con un REDepic :)

Giorgio Cravero che spiega come una foto possa riuscire a pesare come il filmino di un battesimo girato con un REDepic :)

Spendiamo due parole anche sulle foto in mostra perché ne vale la pena. Le personali in mostra all'X-Vision Tour 2018 - Roma erano tre.

"Maiora Premunt" di Matteo Bastianelli: una mostra che racconta l'alterazione della vita sociale e del concetto di comunità nel dopo sisma nell'Appennino centrale. Devo dire che l'ho trovato davvero un buon lavoro a parte qualche scatto un po troppo forzato. Date un'occhiata al suo sito!

"Portrait Insight" di Stefano Guindani: una serie di ritratti in studio e fuori di personaggi famosi o modelli. Molte belle ma non è riuscito ad appassionarmi. Date un'occhiata al suo sito, magari a voi piacerenno! Il bello della fotografia è proprio questo.

"Cent'anni dopo: ricordi di guerra e sguardi di pace" di Gianluca Colla, Pierluigi Orler, Luciano Gaudenzio, Giulia Bianchi e Daniele Lira. Ecco: questa mostra mi ha toccato davvero. Vi consiglio di dare un'occhiata ai siti dei fotografi (o al sito Fujifilm dedicato proprio a questa mostra) perché ne vale veramente la pena.

Come al solito l'evento ospitava anche una zona touch&try con fotocamere e lenti delle serie X e GFX, ma anche un'area dedicata all'illuminazione Profoto con prodotti in prova e un mini set fotografico.

Qust'anno ho provato il 100-400mm, la tanto attesa X-H1e finalmente l'80mm macro. Ma di questo parleremo nel prossimo articolo. STAY TUNED!


Powered by SmugMug Log In